lunedì 9 gennaio 2012

C'era una volta... la tranvia Milano-Corsico-Abbiategrasso

Le attuali linee 325 Milano - Corsico e z553 Milano - Abbiategrasso non sono altro che le nipoti della tranvia Milano - Corsico - Abbiategrasso, istituita nel 1884 e soppressa nel 1966. Ecco, in sintesi, la storia del servizio di trasporto pubblico lungo il Naviglio Grande.

Manifesto della S.A.O. per l'apertura della nuova tranvia

Il 29 maggio 1884 viene aperta all'esercizio la linea tranviaria a cavalli a binario singolo da Milano p.ta Ticinese a Corsico, operata dalla SAO (Società Anonima degli Omnibus) che da diversi anni gestiva il servizio dell'ippovia Milano - Abbiategrasso. Nel 1901 la concessione passa alla Edison, che già gestiva le tranvie elettriche urbane di Milano, la quale avvia nuovi investimenti che portano all'elettrificazione della linea, in servizio dal 31 dicembre 1903, che fa della tranvia Milano - Corsico la seconda tranvia del milanese a passare direttamente dalla trazione animale a quella elettrica, senza mai vedere sui propri binari la trazione a vapore.

Tram per Milano in p.za del Ponte a Corsico all'inizio del XX secolo

Negli stessi anni, la Edison avvia i lavori per prolungare la linea sino ad Abbiategrasso, che venne raggiunta dal servizio tranviario il 12 giugno 1914. La tranvia era a binario singolo, eccetto il tratto urbano in Milano (da P.ta Ticinese all'altezza di via Pestalozzi) e i raddoppi di Ronchetto, Corsico p.za Ponte, Trezzano circonvallazione, Gaggiano, Cascina Rosa e Vermezzo. Allora, le corse locali (Milano - Corsico) si susseguivano ogni mezz'ora, mentre le corse sino ad Abbiategrasso erano 12 al giorno.
La concessione rimase alla Edison solamente per altri 5 anni, infatti nel 1919 la gestione della linea passò alla STEL (Società Trazione Elettrica Lombardia) che provvide al potenziamento della tranvia: nel corso degli anni la sede tranviaria fu separata dalla strada mediante un cordolo, le corse furono aumentate (44 Milano - Corsico e 18 Milano - Abbiategrasso) ed i tempi di percorrenza ridotti (18' Milano - Corsico e 47' Milano - Abbiategrasso).
Nel 1938 il Comune di Milano decide di acquistare tutte le tranvie interurbane facenti capo al capoluogo e, conseguentemente, il 1° Luglio 1939 anche la Milano - Corsico - Abbiategrasso diventa di proprietà pubblica, incorporata in ATMI (Azienda Tranviaria Municipale Interurbana).

Biglietto tranviario ATMI

Nel secondo dopoguerra la tranvia non riesce più a raggiungere i fasti degli anni precedenti: nonostante il servizio prevedesse di base una corsa ogni 30' tra Milano e Corsico ed ogni 60' tra Milano ed Abbiategrasso (con in più alcuni rinforzi nelle ore di punta), l'utilizzo di vetture tranviarie vetuste (tra le più vecchie di tutto il parco ATM), il forte incremento della motorizzazione privata e l'impossibilità di potenziare ulteriormente il servizio tra Corsico e Milano a causa del binario singolo posto proprio sul lato del Naviglio, portano alla sostituzione con autobus del tronco Corsico - Abbiategrasso dall'8 dicembre 1956.
La graduale sostituzione di tutte le tranvie interurbane con il servizio automobilistico non risparmia nemmeno la Milano - Corsico che, anziché avere i potenziamenti necessari (raddoppio della sede fino al capolinea di Corsico dove già c'era un anello di inversione percorribile dalle vetture urbane), vide l'ultimo tram il 5 marzo 1966.

Le linee automobilistiche che sono succedute al tram hanno avuto un graduale incremento del numero di corse, grazie al boom demografico avvenuto negli anni '60 e, soprattutto, '70 nell'hinterland milanese, per la maggior parte operai ed impiegati che si spostavano quotidianamente nel vicino capoluogo.  
Le autolinee vennero arretrate da p.za XXIV Maggio in largo Ascari, dove effettuano ancora oggi capolinea, nel 1985, in occasione del prolungamento della linea M2 sino a Romolo. Fanno tutt'ora eccezione le corse per il cimitero di Corsico, che mantengono il capolinea presso p.ta Ticinese.
La diramazione per Rosate della linea Milano - Abbiategrasso viene istituita il 10 settembre 1991, fungendo da rinforzo tra Gaggiano e Milano agli autosnodati che da anni trasportavano i pendolari del sud-ovest verso il capoluogo.

Gli autobus FIAT 418 Macchi autotreno hanno effettuato per molti anni servizio sull'Abbiategrasso

Tra il 24 gennaio ed il 1° settembre 1992 alcune corse dell'autolinea Milano - Corsico vennero sperimentalmente prolungate a Trezzano vecchia. Dati gli scarsi risultati di pubblico l'esperimento fu abbandonato e l'assetto delle linee lungo il Naviglio Grande rimane invariato sino al 1° luglio 2011, quando la concessione delle autolinee 324 e 329 (denominazione data da ATM, rispettivamente, alla Milano - Abbiategrasso ed alla Milano - Rosate) viene sostituita dal nuovo contratto di servizio tra Provincia di Milano e STAV, che introduce l'autolinea z553 Milano - Rosate - Abbiategrasso che vede, per la prima volta negli ultimi 100 anni, l'utilizzo regolare di mezzi non articolati lungo l'asse della SS 494 "Vigevanese".

Per concludere, un breve video dello scavalco del Naviglio Grande a Gaggiano, nel 1929 da parte di un tram della STEL e nel 2012 da parte di un autobus della STAV.


Fonti e bibliografia:
"La linea tranviaria extraurbana Milano-Corsico-Abbiategrasso" - Franco Tonella, 2005 (link)
"Milano in Tram" - Francesco Ogliari, 2006
"Corsico dalle origini al 1950" - Comune di Corsico, 1982

Nessun commento:

Posta un commento