martedì 30 dicembre 2014

Anno nuovo, nuovo aumento?

L'Assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Alessandro Sorte, ha confermato che nel 2015 Regione Lombardia taglierà 50 milioni di euro di finanziamenti al Trasporto Pubblico Locale lombardo, in particolare 25 milioni peseranno sui servizi ferroviari e altrettanti sui servizi su gomma.
"Un grande risultato - ha spiegato l'Assessore - frutto dell'importante lavoro che Regione Lombardia è riuscita a fare in questo periodo a Roma, ma soprattutto della volontà politica di considerare strategico il trasporto pubblico locale e di mantenere i servizi per i nostri cittadini. Nonostante i tagli del Governo permangano, grazie all'attenzione che abbiamo sempre riservato alla gestione delle risorse del nostro bilancio, siamo riusciti a ridurre i tagli di 2/3 facendoli passare dai 155 milioni ipotizzati a 50 milioni, una cifra che riteniamo sostenibile per il sistema".
 
Entrando nel dettaglio, il taglio ai finanziamenti rimanente potrebbe essere ammortizzato dagli Enti competenti (Province e Comuni) aumentando il prezzo dei biglietti fino al 4% e/o riducendo il servizio, ormai all'osso.
"Per il 2015 la Provincia di Pavia sarà in forte difficoltà in quanto dovrà rinegoziare con le aziende i contratti di servizio prorogati nelle more dell’espletamento delle gare per il nuovo affidamento del servizio di trasporti - dice Paolo Gramigna, Assessore alla Mobilità della Provincia di Pavia - Regione Lombardia ci dice di recuperare queste risorse anche attraverso un aumento, fino al 4%, del costo dei biglietti. Faremo di tutto, in collaborazione con le aziende, per evitare questo aumento che, però, sembra molto probabile per garantire un minimo servizio. Per il 2016, con il nuovo contratto di servizio, saremo in grado di assorbire meglio questi tagli".

Nessun commento:

Posta un commento